questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

BAFTA: Boyhood e La teoria del tutto si prendono la rivincita

Attualità, Eventi

08/02/2015

Sono stati appena assegnati in una cerimonia di gala alla Royal Opera House di Londra, i Bafta ovvero gli Oscar inglesi, assegnati dalla British Academy of Film and Television Arts.  

Miglior film Boyhood di Richard Linklater che si prende una rivincita su Birdman che ha appena vinto anche i DGA (Directors Guild of America), Boyhood trionfa come miglior film, miglior regista e migliore attrice non protagonista (Patricia Arquette). Miglior film britannico è invece La teoria del tutto che vince contro il suo più diretto concorrente The imitation game. La teoria del tutto vince altri due premi: Eddie Redmayne per la miglior interpretazione maschile (che batte sia il concorrente Benedict Cumberbatch  di The Imitation Game che Michael Keaton di Birdman) e miglior sceneggiatura.  

Sul fronte attrici si conferma Julianne Moore di Still Alice, rendendo la sua vittoria dell’Oscar una quasi certezza. Cinque premi tecnici per The Grand Budapest Hotel, compreso quello a Milena Canonero  per i costumi.

The LEGO Movie, incredibilmente snobbato dalle nomination agli Oscar,  ottiene il premio come miglior film d’animazione e il bellissimo Ida del polacco Pawel Pawlikowski, ottiene il premio come miglior film non in lingua inglese.

Ecco l’elenco completo dei Bafta: 

 

Miglior film: Boyhood

Miglior film inglese: La Teoria del tutto

Miglior regia: Richard Linklater, Boyhood

Miglior debutto per uno sceneggiatore, regista o produttore britannico: Pride, Stephen Beresford (sceneggiatore) e David Livingstone (produttore)

Miglior attore: Eddie Redmayne, La Teoria del Tutto

Miglior attrice: Julianne Moore, Still Alice

Miglior attrice non protagonista: Patricia Arquette, Boyhood

Miglior attore non protagonista: J.K. Simmons, Whiplash

Miglior sceneggiatura non originale: La Teoria del tutto, Anthony McCarten

Miglior sceneggiatura originale: Grand Budapest Hotel, Wes Anderson

Miglior film straniero: Ida, Pawel Pawlikowski, Eric Abraham, Piotr Dzieciol, Ewa Puszczynska

Miglior documentario: Citizenfour, Laura Poitras

Miglior film d’animazione: The Lego Movie, Phil Lord, Christopher Miller

Miglior colonna sonora: Grand Budapest Hotel, Alexandre Desplat

Miglior fotografia: Birdman, Emmanuel Lubezki

Miglior montaggio: Whiplash, Tom Cross

Miglior scenografia: Grand Budapest Hotel, Adam Stockhausen, Anna Pinnock

Migliori costumi: Grand Budapest Hotel, Milena Canonero

Miglior acconciature e make up: Grand Budapest Hotel, Frances Hannon

Miglior sonoro: Whiplash, Thomas Curley, Ben Wilkins, Craig Mann

Migliori effetti visivi: Interstellar, Paul Franklin, Scott Fisher, Andrew Lockley

Miglior corto d’animazione britannico: The Bigger Picture, Chris Hees, Daisy Jacobs, Jennifer Majka

Miglior stella nascente: Jack O’Connell

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA