questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Australia, il Via col vento delle terre remote. <br>Intervista a Baz Luhrmann

04/12/2008

Quattro complicati anni di lavorazione e 130 milioni di dollari di budget. Dopo aver lasciato "tiepidi" gli spettatori in patria e un po' più convinti quelli statunitensi, Australia, il film epico di Baz Luhrmann con Nicole Kidman e Hugh Jackman arriverà in ben 600 sale italiane il 16 gennaio con 20th Century Fox. 165 minuti di avventura, commedia, romanticismo e azione che rimandano a Via col vento (anche per l'uso dei colori e degli effetti visivi) e che raccontano le vicende di una donna inglese (Nicole Kidman) che affronta il viaggio verso le "terre remote" del down under per occuparsi del terreno e della mandria del marito. Al suo arrivo non troverà una situazione per nulla facile: il marito è morto e il suo terreno è insidiato da un altro potente allevatore di bestiame, pronto a tutto pur di ottenere il monopolio del mercato. Lady Ashley si farà così aiutare dal mandriano un po' selvaggio Jackman e dal piccolo meticcio Nullah (Brandon Walters), che accudirà come un figlio, per recuperare la situazione. Il tutto sullo sfondo della difficile convivenza tra aborigeni e bianchi e dell'imminente Seconda Guerra Mondiale.

 

Come è nata l'ispirazione per questo film? E' vero che l'ha voluto come il Via col vento australiano?

"Quando ero bambino vivevo in Australia in un villaggio di 11 case e mio padre, per un periodo, ha gestito una sala cinematografica. Inutile spiegare a voi italiani cosa significò per me, avete visto tutti Nuovo Cinema Paradiso. Quell'esperienza ha nutrito in me l'amore per film come Via col vento e Lawrence d'Arabia, pellicole in cui potevano esserci la commedia, l'azione e il romanticismo insieme: un banchetto di cinema che faceva riunire tutti gli abitanti del paese, dai bambini agli anziani. Un'altra ispirazione me l'hanno dato altre vicende personali più recenti. Dopo il fallimento del progetto di Alessandro Magno con Dino De Laurentiis mi sono buttato su un altro progetto: i figli. Quando sono nati, con mia moglie abbiamo sentito l'esigenza di recuperare le nostre radici, e così da Parigi siamo tornati in Australia, la nostra terra. Lì mi è venuta l'idea di realizzare un Via col vento australiano".

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA