questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Arnold, Sly, Bruce e Carlo

Attualità, Box Office

04/02/2013

I leggendari eroi dell'action Stallone e Schwarzenegger deludono al botteghino. Abituati a prestazioni da supereroi in carne e ossa con incassi muscolari da ko del botteghino, adesso ultrasessantenni da assalto, con muscoli e grinta intatti, non funzionano più come una volta. Una dura realtà che li ferisce nel loro orgoglio di campioni assoluti dell'action. Dopo l'esordio debolissimo dell'ex Terminator, nonché ex Governatore della California, Arnold Schwarzenegger come protagonista di The last stand che in Usa ha incassato 6 milioni di dollari (media di circa 2mila dollari per schermo) e in Italia ha incassato 344mila euro (media di 1.100 euro per schermo) anche il potentissimo Sylvester Stallone, alias Rambo, Rocky etc. ha appena esordito in Usa con l'action Jimmy Bobo Bullet to the Head (presentato in pompa magna lo scorso novembre al festival di Roma) con un magrissimo risultato di 4,5 milioni di dollari (1.800 dollari di media per sala). Un pò meglio, ma siamo lontani anni luce dai fasti degli anni passati, Bruce Willis, protagonista del fantathriller Looper che ha esordito in Italia con 723mila euro (media di 2600 euro per schermo).
Mentre questi inossidabili miti non mollano la presa sul cinema nonostante i risultati tutt'altro che entusiasmanti, aveva destato stupore la notizia 'domestica' che il grande Carlo Verdone, 63enne eroe nostrano di poca azione ma di grandi commedie, avrebbe appeso al chiodo la sua faccia di gomma tra tre anni per dedicarsi esclusivamente alla regia. Una notizia smentita poche ore fa da lui stesso, in procinto di partire per Sanremo dove, come è noto, farà parte della giuria. L'attore-regista, che vedremo presto nel film di Paolo Sorrentino La grande bellezza, sta lavorando a due altri progetti come regista, il primo una commedia di cui sarà anche protagonista che sarà prodotto da Aurelio De Laurentiis, e l'altro "un soggetto legato all’attualità, un po’ commedia un po’ no, che non contempla la mia presenza nel cast" che seguirà.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA