questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Apichatpong Weerasethakul, Carlo Mazzacurati e Roberta Torre, Presidenti Giurie a Venezia

Attualità

15/06/2011

Il pluripremiato regista Apichatpong Weerasethakul, Palma d’oro a Cannes nel 2010 con Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti (Loong Boonmee Raleuk Chaat) e in Concorso a Venezia nel 2006 con l’acclamato Syndromes and a Century (Sang sattawatt); il regista italiano Carlo Mazzacurati, applaudito protagonista alla Mostra di Venezia 2010 con La passione (in Concorso) e il documentario Sei Venezia; e la regista italiana Roberta Torre, che alla Mostra 2010 ha aperto Controcampo italiano con il successo internazionale I baci mai dati, saranno rispettivamente i Presidenti delle Giurie della sezione Orizzonti, dedicata alle nuove correnti del cinema mondiale; del Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”; e della Giuria Controcampo italiano, che intende fare il punto sulle nuove linee di tendenza del cinema italiano, alla 68. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (31 agosto-10 settembre 2011).

La proposta è stata formulata dal Direttore della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, Marco Mueller, al Cda della Biennale di Venezia presieduto da Paolo Baratta, che l’ha accolta.

La Giuria internazionale della sezione Orizzonti, la sezione che dall’anno scorso si apre a tutte le opere “fuori formato”, con un più ampio e dinamico sguardo verso le vie nuove dei linguaggi espressivi che confluiscono nel cinema, sarà composta da 5 personalità del cinema e della cultura di diversi paesi e presieduta da Apichatpong Weerasethakul, e assegnerà – senza possibilità di ex aequo - quattro Premi: Premio Orizzonti (riservato ai lungometraggi), Premio Speciale della Giuria Orizzonti (riservato ai lungometraggi), Premio Orizzonti Cortometraggio, Premio Orizzonti Mediometraggio.

La Giuria internazionale del premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”, composta da 5 personalità del cinema e della cultura di diversi Paesi tra i quali un produttore, e presieduta da Carlo Mazzacurati, assegnerà senza possibilità di ex aequo, tra tutte le opere prime di lungometraggio nelle diverse sezioni competitive della Mostra (Selezione ufficiale e Sezioni autonome e parallele), il Leone del Futuro - Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis, e 100.000 USD messi a disposizione da Filmauro di Aurelio De Laurentiis, che saranno suddivisi in parti uguali tra il regista e il produttore.

La Giuria di Controcampo italiano, composta da 3 personalità del cinema italiano, e presieduta da Roberta Torre, assegnerà senza possibilità di ex-aequo il premio Controcampo italiano, tra le opere presentate nella sezione che intende fare il punto sulle nuove linee di tendenza del cinema italiano.

Al regista vincitore, Kodak offrirà un premio del valore di 40.000 euro in pellicola cinematografica negativa nei formati 35 o 16mm (a discrezione del vincitore), che gli permetterà di girare un altro lungometraggio.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA