questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Andrea Occhipinti eletto nuovo presidente della Sezione Distributori ANICA

Attualità, Trade

03/10/2013

Andrea Occhipinti è il nuovo presidente della Sezione distributori dell’ANICA. Lo ha eletto questa mattina all’unanimità l’Assemblea della Sezione che, nel contempo, ha ringraziato il presidente uscente Richard Borg per il suo operato.

Occhipinti, Amministratore Unico di Lucky Red, resterà in carica per tre anni. “Ringrazio tutti per la fiducia che mi è stata accordata – ha dichiarato il neo presidente, e in primo luogo Richard Borg, che lascia una Sezione distributori molto più forte nella capacità di affrontare i profondi mutamenti del mercato. Il mio primo obiettivo sarà non lasciare che ogni impresa sia sola in tutte le sfide che ci aspettano. Questo è possibile se l’Associazione tutta è ferma e compatta nei propri intenti. Abbiamo molte controparti e dobbiamo governare i rapporti con loro."

“La battaglia principale deve essere quella contro la pirateria. In questi ultimi anni gli spettatori sono diminuiti, si sono venduti meno DVD, si sono ridotti i proventi di Pay e Free, si sono persi posti di lavoro e si sono ridotte di conseguenza le entrate tributarie per lo stato. Solo la pirateria è in costante crescita. Aumentano gli utenti, lo scarico pirata di film, il volume di affari illegale legato a questa attività. Dovremmo lavorare più a stretto contatto con la FAPAV, dargli il nostro supporto, per farla pesare di più e farla essere più efficace. Hanno bisogno di più visibilità e contatti ad alto livello con le forze dell’ordine. Noi potremmo aiutarli."

“La lotta alla pirateria è essenziale per governare un mercato e una produzione di cinema in continuo mutamento, ma nello stesso tempo è necessario ragionare su nuove finestre di sfruttamento. C’è un numero di film che non necessariamente escono con i grandi circuiti. Spesso sono film italiani, distribuiti da società italiane che non hanno un risultato fondamentale in sala, ma che potrebbero ottimizzare i proventi da uno sfruttamento online e in DVD in tempi più brevi di quelli canonici. Tutto ciò succede già in altri paesi e succederà anche da noi. E’ il momento di affrontare la questione. Naturalmente insieme agli esercenti, con i quali i temi di discussione sono vari. Tra questi è centrale il tema della digitalizzazione, a partire dalla VPF, per la quale abbiamo appena aggiornato le linee guida, che dobbiamo rispettare e far rispettare. Penso che il sistema del registro degli impianti possa essere migliorato, implementato e reso più efficace e preciso. Al momento è sottodotato. Altro tema importante che sta a cuore sia agli esercenti che ai distributori è quello delle sale che non riusciranno a digitalizzarsi entro il 31/12/2013. Lavorare sulle Regioni e il Governo perché provvedano a sostenere il ricambio tecnologico delle microimprese di esercizio rappresenta il primo impegno perché quelle sale non sempre marginali in termini di fatturato non scompaiano.  Con la flessibilità del digitale ci sarà una grande opportunità, sia per gli esercenti che per i distributori, con la multiprogrammazione. Se non stabiliamo e regoliamo termini e modalità per tutti, con chiarezza e rispetto reciproco, la situazione potrebbe andare fuori controllo.

Altro tema di collaborazione con gli esercenti è la Festa del Cinema. Il risultato positivo dell’ultima edizione, soprattutto negli ultimi giorni, ha dimostrato che l’iniziativa è valida, che deve essere migliorata e promossa al meglio”. 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA