questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Amore, Cucina e Curry, cosa ne pensa il mondo?

Attualità, Personaggi

10/10/2014

Il 9 Ottobre arriva al cinema la gustosa commedia Amore, cucina e… curry di Lasse Hallstrom, distribuita in Italia dalla Universal Pictures. Hassan Kadam (Manish Dayal) interpreta un genio della gastronomia, che non sbaglia mai un colpo. La famiglia Kadim, emigrata dall’India e guidata dal capofamiglia, Papa (Om Puri), si stabilisce nel caratteristico villaggio di Saint-Antonin-Noble-Val, nel sud della Francia. Un posto incantevole e raffinato, il luogo ideale dove aprire Maison Mumbai, un ristorante indiano a conduzione familiare. Ma le cose cambiano nel momento in cui Madame Mallory (l’attrice premio Oscar Helen Mirren), l’algida titolare e cuoca del rinomato ristorante francese Saule Pleureur, non si intromette. Le sue implacabili proteste contro il nuovo ristorante indiano che dista solo 30 metri dal suo, danno luogo ad un’accesa battaglia fra i due locali, fino a quando la passione di Hassan per l’alta cucina francese e per Marguerite (Charlotte Le Bon),  la deliziosa “sous chef” di Madame Mallory, non riuscirà ad amalgamare magicamente le due culture, regalando a Saint-Antonin nuovi sapori di cucina e di vita che neanche Madame Mallory potrà ignorare. La donna infatti, sarà disposta a riconoscere il talento culinario del suo rivale e a prenderlo sotto la sua ala protettiva.

Il film racconta il trionfo della tradizione familiare nonostante l’ esilio, e ritrae due mondi in conflitto fra loro, con un giovane deciso a tutti i costi a ricreare il conforto della propria casa attraverso la sua tradizione culinaria. “Buonista è una brutta parola? I critici spesso la pensano così. Ma quando un film esplora emozioni vere in rotta verso un lieto fine, quando ci vuole tempo per toccare gravi problemi lungo la strada, si guadagna il diritto di farci sentire bene” scrive lo Charlotte Observer, che sembra essere convinto della riuscita di questo film, senza troppe pretese, ma piacevole da guardare. “Non ho mai creduto nella forza estatica di un riccio di mare cucinato alla perfezione per risolvere i problemi del mondo. Ma per due ore, almeno, l’ho ingoiato con un sorriso” sottolinea ironicamente il critico cinematografico dell’ Entertainment Weekly, mentre il New York Post aggiunge che questo film “riesce ad essere un pasto soddisfacente, oltre che una bella festa, per un pubblico di adulti affamati”.

Il cast è senza dubbio uno dei punti di forza di questa commedia colorata, vivace e inondata di odori e sapori di una cucina creativa e ipnotica. “Un cast adorabile e una storia abbastanza soddisfacente fanno di ‘Amore, Cucina e Curry’ un film convincente, ma difficile da digerire in poco tempo” scrive Film. com. Dopo aver diretto il goloso Chocolat con Johnny Depp e Juliet Binoche, Lass Hallastrom si avventura in una nuova storia di sentimenti e ricette, che il Time definisce “una missione per farti piangere, in linea con alcuni dolci stereotipi del film romantici”, mentre per il New York Times “è probabile che questo film stimoli il vostro appetito, lasciando in un limbo, farcito con sentimento e fantasia, per vera delizia”. “Forse cercando di mantenere qualcosa del ritmo del libro, Knight e Hallstrom hanno lasciato una semplice storia andare avanti per due ore includendo alcuni episodi drammatici che non servono” conclude invece con sarcasmo il Washington Post, che sembra aver notato una vena discordante che cambia la struttura narrativa e la natura del film.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA