questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Alice in Wonderland da record

Attualità, Box Office

08/03/2010

Con 116.3 milioni di dollari incassati nei primi tre giorni in Usa, e 94 milioni di dollari complessivi incassati all'estero, Alice in Wonderland porta a casa in tre giorni ben 210.3 milioni di dollari di incasso in tutto il mondo. E conquista negli Stati Uniti una serie di record: miglior esordio Usa per un film uscito a marzo (il record precedente era 300, con 70.9 milioni), miglior esordio Usa per un film di Tim Burton, miglior esordio per un film 3D (Avatar fece 77 milioni). Miglior esordio al di fuori degli Usa: 94 milioni di dollari. Altri record provengono dai cinema IMAX, che il film ha soffiato ad Avatar: 11.9 milioni di dollari nei 188 schermi IMAX 3D, con una media di 64.187 dollari.

Esordio alla grande anche in Italia dove il film ha messo a segno uno stupefacente incasso di 8.156.336 nel week end (alla media di 12.200 euro per sala) ed un totale di 10.511.000 euro con le anteprime di mercoledì e gli incassi di giovedì. Siamo molto vicini ai risultati di Avatar che nel week end d'esordio aveva incassato 9.944.000 euro.

Sempre in Italia delude il risultato di Shutter Island di Martin Scorsese, che conquista la terza posizione con 1.935.000 euro con una media di 4.469 euro per sala. Resiste invece alla grande Genitori e figli di Veronesi, seconso in classifica, che porta a casa alla seconda settimana altri 2milioni circa per un totale di 5.8 milioni. Scivola in quarta posizione Invictus del grande Clint Eastwood, con 1,4 milioni di euro ed un cumulo, in due settimane, di 4,2 milioni. Scende anche Avatar, senza fretta: alla ottava settimana è quinto con circa 800mila euro di incasso nel week end ed un totale di 63,5 milioni. In discesa libera Codice genesi, Wolfman e Che fine hanno fatto i Morgan, Il figlio più piccolo. L'unico in controtìendenza è Il Concerto, che sale di una posizione - adesso è ottavo - e che totalizza circa 2,5 milioni. Esordio in sottotono anche per L'amante inglese, al dodicesimo posto con 107mila euro e soprattutto per Crazy Heart, addirittura ventunesimo con 19mila euro. Ma quest'ultimo, dopo la vittoria dell'Oscar di Jeff Bridges come milgior protagonista maschile, dovrebbe scalare la classifica senza troppi sforzi.

 

 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA