questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Alessandro Gassman tra cinema e teatro con Riccardo III

Anteprime, Interviste

26/11/2013



Il popolare attore e' impegnato in una lunga e fortunata tournée teatrale del suo Riccardo III. Un film di Giancarlo Scarchilli, 'Essere Riccardo e...gli altri' ne racconta la genesi dalla prima lettura al debutto. Un singolare backstage in cui scopriamo Alessandro Gassman attore, regista ed uomo come nessuno lo aveva ancora raccontato....

Il lavoro di Giancarlo su Alessandro uomo attore e regista, alle prese con questo testo cattivissimo di Shakespeare e ' straordinario. Raccontacene la genesi
L'ho fatto perché me lo ha chiesto un amico e lo ha realizzato un amico. Non mi ero ancora mai cimentato in un  classico e quindi ne sono fiero. Poi posso uccidere mia moglie ogni sera e vederla risorgere a cena...
Nella stesura originale Shakespeare descrive 36 personaggi che si chiamano quasi tutti allo stesso modo. Era già difficile capire chi e' parente di chi è perché ce l'ha con l'altro. Tutto merito di Vitaliano Trevsian che ha fatto un adattamento eccellente.

Alessandro una pièce molto attuale quella che porti in scena e che racconti nel film di Scarchilli...
Quale paese e' meglio dell'Italia di oggi per rappresentare la lotta disperata per il potere?  In questo senso il mio Riccardo III e' attualissimo. Cerco la massima comprensione, e' fatto per un bambino di 5 anni. Alla fine della tourne' inviterò all''Argentina il Senatore Razzi. Se lo comprenderà anche lui, beh allora sarò davvero riuscito nel mio intento.

Già con Roman avevi trasportato l'odore della vita al cinema. Con questo film sveli il retroscena di uno spettacolo teatrale, un grande Classico dalla A alla Z
E' vero, in effetti prosegue il lavoro sulla verita'. Anche adesso con questo film di Giancarlo facciamo un lavoro molto cinematografico che poi e' cio' che accade anche in scena a teatro. Il suo ne è un racconto fedele che mi ha molto interessato soprattutto come neo regista cinematografico.

Una delle sequenze fondamentali dl film e' quello in cui ti trucchi, una scelta originale
Sfatiamo innanzitutto il mito che gli attori abbiamo sempre un codazzo di visagisti e truccatori al seguito. Ecco io e tanti altri attori ci trucchiamo da soli, e' un modo per concentrarsi ed entrare nel personaggio. In questo senso il lavoro di Giancarlo ha utilizzato questo espediente per aiutare lo spettatore ad entrare nel mio personaggio, nella psicologia del regista e dell'attore.

Hai pensato ad una rilettura di in classico al cinema?
Mi piace mescolare i generi e a teatro uso il concetto delle video proiezioni come tromp l'oeil. Ho pronte due storie perfette 'La forza dell'abitudine' di Thomas Bergèr che non farò mai perché e' impossibile trovare un pazzo che potrebbe produrlo. Quindi ho un progetto cui sto lavorando proprio con Giancarlo per il mio secondo film e in questo caso si tratta di un film assolutamente realizzabile.

C'è tanto di Burton nella tua regia, una scelta registica ben precisa
Credo che Burton con le sue visioni gotiche sia perfetto. Spero faccia teatro perché ' Depp sarebbe un Riccardo III perfetto... Detto questo e' un mio lavoro molto personale e sentito e quindi come tale lo vedrete in scena.

Il film di Scarchilli restituisce il modo in cui Hai lavorato sulla fisicita degli attori e tua in generale
Vedo il teatro come un luogo di sperimentazione e ricerca. Credo che si può davvero migliorare di replica in replica. Faccio sempre un montaggio di tipo cinematografico con delle proiezioni di video perché mi aiutano a non peredere mai il ritmi della narrazione. Detto questo in Essere Riccardo e...gli altri c'è il lavoro sul fisico e sul lavoro degli attori non impegnati a dire una battuta, le loro camminate ed i tempi spiegati al pubblico, insomma ci sono i segreti dello spettacolo, la famiglia del palcoscenico, quello che allo spettatore di solito non è permesso di vedere.

Infine debutti a torino, al Carignano, dove tuo padre ha fatto un Riccardo III con Ronconi. Pressione?
Non ci sono filmati per fortuna perché ho avuto la possibilità di lavorare in grande libertà. So che fu un successo enorme ma divise anche tanto. Ronconi era al pieno della sua forza espressiva e non lo scopro certamente io Vittorio Gassmann....

 

Scritto da Titta Digironimo
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA