questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Alessandro D’Alatri riceverà il premio Filoteo Alberini

News

09/10/2018

Sarà il regista e sceneggiatore Alessandro D'Alatri a ricevere, il 12 ottobre, il premio Filoteo Alberini, nella cornice del Palazzo Consiliare di Palazzo Nunzi, ad Orte, direttamente dalle mani del sindaco Angelo Giuliani. Lo scorso anno, a ricevere il premio, sono stati invece i Manetti Bros. Il Festival del cortometraggio Filoteo Alberini, che premia i migliori registi di corti italiani, si svolge il 12 e 13 ottobre e ha raggiunto la sua sesta edizione. D'Alatri, che di recente ha diretto la serie televisiva I bastardi di Pizzofalcone, attualmente in onda sulla Rai, ha una lunga carriera alle spalle: dopo gli esordi come attore, nei film Il ragazzo dagli occhi chiari e Il giardino dei Finzi Contini (in cui è diretto da Vittorio De Sica), D'alatri decide di passare dietro la macchina da presa, iniziando a farsi le ossa nel mondo pubblicitario. Tra i suoi film più noti Americano Rosso (con cui vince il David di Donatello nel 1991), Senza Pelle e I Giardini dell'Eden (in entrambi i quali il ruolo del protagonista è affidato a Kim Rossi Stuart), Casomai e La Febbre, entrambi grandi successi di critica e pubblico. Fino ad oggi ha vinto due david di Donatello e un Nastro d'Argento.

La direzione artistica della manifestazione è affidata, anche quest’anno, ad Antonio Pantaleoni, che, insieme al Consigliere Delegato alla Cultura Valeria D’Ubaldo e ad Antonio Carloni, ha nominato una giuria popolare per visionare gli oltre 140 corti arrivati, sia dall’Italia che dall’estero, tra i quali selezionare i setti finalisti che verranno poi giudicati dalla giuria di qualità, formata da professionisti del settore come il produttore cinematografico Lampo Calenda oltre a Alessandro Bernabucci, Alessandro Izzi, Desirée Sabatini, Stefano Ruggeri e Tiziana Tozzi. I film sono tutti di altissimo livello, questo a testimoniare l’interesse creatosi intorno alla manifestazione, che punta alla qualità e alla promozione del cinema, soprattutto fra i più giovani, e della figura del geniale inventore Filoteo Alberini, legato indissolubilmente alla città di Orte. Oltre ai premi riservati alle migliori categorie, il premio speciale dell’Amministrazione Comunale di Orte “Femminile Singolare” andrà all’attrice che attraverso il suo ruolo affronta tematiche di attualità sociale, mentre una menzione speciale andrà al film che più ha colpito la giuria dei Cinefili Ortani. Grande cinema dunque, ma anche con un occhio alle piccole produzioni locali: alle 17 di venerdì 12, infatti, verrà proiettato nella sede del Palazzo Vescovile in via Giulio Roscio, un filmato sui canti popolari ortani, nell’ambito della conferenza “Le esperienze del Cineclub ortano nella documentazione etnomusicologica dei canti popolari del territorio” a cura del Prof. Vincenzo Cherubini e del Prof. Luigi Cimarra.

Scritto da Lo.
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA