questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Aldo, Giovanni e Giacomo: tre civette sul comò

16/12/2008

Si chiama Il cosmo sul comò il nuovo film del trio comico che arriverà nei cinema il 19 dicembre, distribuito da Medusa, con 650 copie. E non ha niente a che vedere con la famosa filastrocca, ma Aldo, Giovanni e Giacomo amano scherzarci sù e canticchiare il motivetto. In realtà il film costituito da quattro episodi più uno di raccordo, o come preferiscono dire loro 'da quattro film + 1', è una surreale e al tempo stessa attuale rivisitazione di alcune situazioni. Il titolo infatti si riferisce al fatto che ognuno di noi ha 'il cosmo sul comò, ovvero la saggezza e la verità sul comodino. A portata di mano. Ma magari non ha il comodino - afferma il trio - o, meglio, non si ha la capacità di cogliere quello che ci gira attorno'. A quattro anni di distanza dal loro ultimo lavoro, il trio cambia regista, arriva Marcello Cesena (ex-Broncoviz), che li ha diretti negli spot pubblicitari. E poi le quattro storie: Milano Beach, L'autobus del peccato, Falsi prigionieri e Temperatura basale. Il primo ispirato alla commedia anni '70 e alla partenza per le vacanze; il secondo incentrato su un quartiere la cui vita gira intorno ad una cadente chiesa di periferia e al suo parroco; il terzo ambientato in una pinacoteca con quadri viventi e l'ultimo su una coppia che non riesce ad avere figli. "Non tirate scarpe - scherza Giacomo - se non vi è piaciuto il film ma solo maglioni di cachemire. Abbiamo detto che questa è una pellicola composta da quattro film + 1 perché in verità le storie potevano anche avere un loro sviluppo singolo. Ma ci piacevano talmente tanto tutte le idee che abbiamo optato per questa scelta. E pensiamo che sia una scelta a noi consona e che svilupperemo anche in futuro". Continua Cesena: "La nostra scommessa era quella di non fare un minestrone dove tutto si confondeva, un impasto unico. Ma quattro storie, con il Maestro Tsu'Nam (Giovanni) che fa da raccordo, ben differenti per stile, ambientazione e genere. Lo sforzo produttivo e registico è stato proprio incentrato su questo: se ci siamo buttati sulla commedia anni '70 o sul film in costume lo abbiamo fatto con il massimo della professionalità nostra e che avevamo a disposizione".


 

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA