questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Al Torino Film Festival The Drop, l’ultimo film di James Gandolfini

Attualità, Eventi, Personaggi

26/11/2014

Al Torino Film Festival è stato presentato The Drop - Chi è Senza Colpa, l’ultimo film dell’attore James Gandolfini, scomparso nel Giugno 2013 all’età di 51 anni in seguito ad un malore. Diretto da Michael R. Roskam, questo dramma criminale ritrova nel cast anche Noomi Rapace e Tom Hardy, per raccontare sul grande schermo una storia sottile e peculiare, con toni thriller e atmosfere del più classico poliziesco.

Bob è un ex criminale che lavora come barista in un locale. Sembra un uomo pacato e tranquillo, che non nasconde nulla di più, ma l’attività nella quale lavora insieme al cugino Marv, in realtà funziona da copertura per il riciclaggio di denaro sporco. Quando il locale viene derubato da due uomini mascherati e armati, Bob e Marv vengono minacciati dal proprietario gangster per il recupero dei soldi rubati, fino a diventare il centro di un’indagine sulla malavita locale.

Roskam mette insieme un cast stellare, che regala al film il giusto spessore artistico ed emotivo, costruendo una struttura narrativa molto articolata e intricata, che non lascia spazio a dubbi o esitazioni. I dialoghi sono prova di una sceneggiatura corposa e solida, in cui si fanno strada opinioni, ambiguità e giochi di ruolo. Le relazioni e la natura dei vari personaggi si incontrano e si scontrano, dando ritmo al film, che sembra in bilico tra il thriller e il giallo, con momenti da film poliziesco e noir. Tom Hardy regala un’interpretazione insolita, a tratti stravagante, ma convincente, mentre Gandolfini, presente e adatto al ruolo, mostra alcuni segni di affaticamento fisico e professionale. La regia è dinamica e netta, ma il montaggio risulta un po’ trascurato in alcune scene, che potevano essere ulteriormente tagliate per non inondare alcune scene di troppe parole ed annoiare lo spettatore. Tuttavia il film funziona e risulta come una tela sulla quale il regista Roskam ha utilizzato i colori giusti e un tratto definito, per illustrare una storia coinvolgente, che non si limita all’action e alla tensione di un qualsiasi poliziesco, ma scava nei meccanismi più interni della natura umana e criminale. E’ giusto fare qualcosa di sbagliato a fin di bene? Bob è un anti-eroe che cerca di spiegare questa tesi, alla base di The Drop - Chi è Senza Colpa.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA