questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Al Pacino riceve il Marco Aurelio per l’Actor’s Studio

23/10/2008

"I giovani attori sono ispirati da cose diverse che li toccano in maniera differente nel momento in cui vivono: mi piacerebbe, infatti, vedere James Dean tornare a recitare. Mi sono sempre domandato, infatti, dove sarebbe arrivato con quel suo dono che aveva. Anni fa c'è stato un attore che ha ripreso a tre decenni di distanza la stessa piéce teatrale che aveva portato in scena tanto tempo prima. No, non farò il suo nome, ma posso dire che è arrivato sulla scena qualche tempo dopo Marlon Brando quando quest'ultimo portò a Broadway Un treno chiamato desiderio, cambiando per sempre il modo di essere attori in America. Era un attore fenomenale e la sua recitazione non era una di quelle che tu dici: "Non saprei come farla è troppo bravo!", ma una di quelle che lo guardi e pensi: "Diamine, voglio essere proprio come lui." , peraltro, la mia preferita. Trent'anni dopo lui torna a teatro e fa esattamente lo spettacolo di quando ero giovane. Lo guardi e ti dici: "è perfetto." Ogni mossa, ogni intonazione è così maledettamente perfetta che non puoi credere quanto lui risulti bravo è in quella parte.

Al tempo stesso, però, proiettano la ripresa di quando era giovane e aveva lo stesso ruolo: non c'è paragone. Quando era giovane era infinitamente più bravo, perché era ispirato. Allora? Cosa impariamo da questa storia? Nulla!" Si conclude così l'incontro stampa del Festival di Roma con Al Pacino che ha ritirato il Marco Aurelio d'Oro per l'Actor's Studio. Più che una conferenza è stata una vera e propria lezione di cinema con Pacino che ha fatto da mattatore sul palcoscenico della Sala Petrassi dell'Auditorium.

Scritto da ADMIN
Tag: al pacino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA