questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Abrams - Spielberg prime anticipazioni di Super 8

Attualità

27/05/2011

Ancora niente proiezione. Il metodo Cloverfield, di non dare nessuna notizia specifica preventiva e di far vedere il film solo all'ultimo minuto, è riproposto in pieno. Super 8 esce il 10 giugno nei cinema americani (in Italia il 30 settembre) e dire che è molto atteso è riduttivo, vista la doppia, anzi la tripla comunità di appassionati sia dei due autori, J.J. Abrams regista e Steven Spielberg produttore, che del genere fanta thriller e infine del periodo in cui è ambientato, ovvero i nostalgici anni 70. Intanto è uscita online (su Empire) una prima intervista ai due filmakers dove vengono fuori maggiori dettagli sulla storia  e sulla genesi del film.
La storia, più o meno già nota, ambientata in una piccola cittadina dell'Ohio nell'estate del 1979, segue un gruppo di ragazzini che stanno girando un filmino amatoriale (il super 8 del titolo) in una stazione ferroviaria abbandonata. Improvvisamente, quanto inaspettatamente, arriva un treno proveniente dalla vicina Area 51 in Nevada, che esplode all'impatto con un camion fermo sulle rotaie. Dalle lamiere emergono misteriose scatole e si intravedono strane figure. I ragazzi scappano sconvolti, mentre interviene l'esercito. Più tardi si viene a sapere che un gigantesco extraterrestre sta terrorizzando e devastando la cittadina.

Cosa dicono ad Empire i due mitici registi? Innanzitutto che il film nasce dalla nostalgia di entrambi dei film in super 8 girati da piccoli. L'idea iniziale (che è rimasta come idea di base) era di un gruppo di ragazzini che filmano in super 8 per accorgersi poi che nell'angolo di alcuni fotogrammi si celano dei misteri. Poi Abrams ha pensato di combinare l'idea con il progetto di un film su un science fiction/monster a cui stava lavorando.
Nemmeno a farlo apposta il tecnico del suono Ben Burtt (Star Wars) che avevano ingaggiato ha portato loro un film in super 8 di quando era adolescente che mostrava il deragliamento di un treno, che era maledettamente simile a quello descritto nel film. Spielberg inoltre rivela che il suo primo film in assoluto, girato quando era un bambino naturalmente in super 8, riprendeva il deragliamento del modellino di un trenino elettrico.
L'ambientazione del film negli anni 70 non era dettata, secondo Abrams, a voler rendere un omaggio a pellicole come ET e Incontri ravvicinati del terzo tipo, anche se poi inevitabilmente è venuta fuori, ma piuttosto perché negli anni 70, con l'avvento del super 8, ci fu una specie di boom di filmini amatoriali.
Infine sia Spielberg che Abrams convengono sulla difficoltà di realizzare un mostro originale, anche se si compiacciono del risultato che hanno ottenuto con il film. Abrams infine aggiungre di essere stato influenzato da Alien nella scelta di aspettare di mostrarlo fino alla fine, per aumentare la paura e la suspence.

Guarda la video intervista di Empire

re

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA