questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Abbas Kiarostami: “Reagiamo all’attacco contro l’Arte da parte del regime iraniano.”

Attualità, Conferenze stampa

18/05/2010

(Cannes) – Abbas Kiarostami inizia il suo incontro stampa al Festival di Cannes per presentare il suo film in concorso Copia Conforme in uscita sugli schermi italiani il prossimo venerdì, sperando di potere annunciare la liberazione del regista iraniano Jafar Panahi. Ha ricevuto, infatti, una telefonata dalla moglie del regista in prigione a Teheran cui non ha potuto rispondere e sta cercando di contattarla. Cala il gelo sulla sala quando, invece, una giornalista iraniana annuncia in sala che proprio Panahi, secondo fonti affidabili, avrebbe iniziato lo sciopero della fame per protestare contro la sua condizione di recluso senza motivazione. “Dobbiamo reagire contro questa situazione". Dice Kiarostami Quando un regista e un artista è imprigionato è l’arte ad essere sotto attacco ed è contro questo che dobbiamo reagire. Non posso capire perché un film venga considerato un crimine, soprattutto, quando non è stato ancora realizzato e nessuno ha idea di cosa potrà contenere alla fine". A chi gli chiede se non ha paura anche per se stesso, Kiarostami replica sereno: “Fino ad oggi non ho mai avuto alcuna paura. Del resto la paura non dipende da te ed è un sentimento spontaneo. L’arresto di Panahi è la prova che in Iran la situazione ha superato qualsiasi limite. Spero che il pubblico internazionale accolga il mio appello per la liberazione di Jafar".

Copia Conforme, è il primo film del regista iraniano interamente realizzato in Italia, che racconta una storia universale tra un uomo e una donna interpretata da Juliette Binoche che non riesce a trattenere le lacrime dinanzi alle notizie che provengono dall’Iran. Venendo al film, Kiarostami spiega: “L’Italia è un protagonista di questo film, ma l’avere girato lì non ha influenzato radicalmente il mio stile. Per me è un luogo come un altro dove potere raccontare storie che partono dalla mia esperienza personale".

 

Scritto da Marco Spagnoli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA