questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

A Natale: Affittate una Famiglia!

Attualità, Eventi

02/10/2012

Todi. Piazza del Popolo. Al centro di questo luogo incantevole un gigantesco albero di Natale e tante luci colorate. Manca solo la neve, ma ci sarà. Eppure è il primo ottobre ma siamo sul set del nuovo film di Paolo Genovese, titolo: Una famiglia perfetta, quarta settimana di lavorazione.

I protagonisti: Sergio Castellitto, Marco Giallini, Claudia Gerini, Carolina Crescentini, Eugenio Franceschini, Eugenia Costantini, Ilaria Occhini, Francesca Neri.

Sono sorridenti e soddisfatti del lavoro svolto fino ad ora, l’atmosfera è molto rilassata e nell’attesa che arrivi la sera e regista e attori ritornino al lavoro li incontriamo e ci raccontano, quello che per ora possono dirci, di questa nuova avventura che uscirà nei cinema italiani il 3 gennaio 2013 distribuito da Medusa.

Leone, ovvero Sergio Castellitto, è un uomo potente, ricco e misterioso ma soprattutto molto solo. Decide di affittare una compagnia di attori per far interpretare loro la famiglia che non ha mai avuto. E’ la notte di Natale.

Prima di presentarvi i personaggi che giocheranno tutti un doppio ruolo, quello della loro vita di attori teatrali e quello che devono recitare per volere di Leone, il regista Paolo Genovese (Immaturi 1 e 2) ci tiene a dirci: “Sono dieci anni che sogno di realizzare questa commedia, da quando ho visto nel 1998, l’opera prima del regista spagnolo Fernando León de Aranoam, Familia a cui il film è ispirato. Ma nel suo caso non si trattava di una commedia ma di un uomo che affittava un gruppo di attori a cui chiedeva di far finta di essere la sua famiglia perché non ce la faceva più a vivere solo, senza una moglie, dei figli, una nonna, cognati, suoceri ecc… Poi ci sono altri due motivi importanti per cui ho scritto questo film insieme a Luca Miniero, il mio compagno di lavoro per tanti anni. Uno è che da un po’ di tempo vivo a Todi e amo talmente questo posto che volevo girare un film in questa straordinaria cittadina, e secondo motivo ho aspettato che Sergio Castellitto fosse libero dai suoi impegni perché desideravo realizzare una storia con lui protagonista. E’ un attore che stimo molto. Siamo arrivati alla quarta settimana di lavorazione, oltre a Sergio ho avuto la possibilità di avere un cast fantastico che si è rivelato molto affiatato e, quindi, sono estremamente soddisfatto di quello che abbiamo realizzato fino ad ora”.

“Come avete capito dalla breve trama, Castellitto è Leone, un uomo che desidera - e lo può fare visto che ne ha i mezzi – passare il Natale con una famiglia molto numerosa. Ma la sua solitudine lo ha portato ad essere anche molto cinico, quindi a volte è molto affettuoso e premuroso con questi ‘invitati’ mentre altre volte cerca di metterli seriamente in difficoltà visto che conosce le loro vere vite, le loro identità, fuori dalla finzione”.

Sergio Castellitto: “Io sono il centro di questa storia, Leone. Un uomo davvero piuttosto strano. Una famiglia perfetta la definirei una commedia perfetta, intelligente. Una commedia all’italienne ovvero italiana ma con molti momenti sofisticati di dialogo e messa in scena tipici delle commedie francesi. E’ unica nel panorama italiano. E sono felicissimo di essere tornato a fare solo l’attore, di essere diretto e di fare quello che mi dicono dopo i due impegnativi anni passati per realizzare Venuto al mondo, che mi ha portato ad una sorta di clausura perché ero impegnato su tutti i fronti per questo mio film che uscirà a novembre”.

L’inarrestabile simpatia e la capacità di calamitare l’attenzione di tutto questo gruppo di attori va su Marco Giallini che esordisce: “Io sono il capocomico della compagnia teatrale, sono l’antagonista di Leone e nella vita vera sono il marito di Carmen ovvero Claudia Gerini. Non mi poteva andare meglio, a parte il fatto… (dice ridendo Giallini) … che la maggioranza dei miei colleghi sono laziali e io devo tenere alto il prestigio della Roma. Difficile quando sei in netta minoranza…”.

Claudia Gerini: “Come avete sentito io sono la moglie del capocomico ovvero di Marco Giallini mentre per questo Natale divento Carmen e divento anche la moglie di Leone. Lavorare con Sergio ma con tutto questo gruppo è un onore per me. E quando Paolo mi ha fatto leggere la sceneggiatura mi è sembrata una opportunità incredibile perché per la prima volta faccio un doppio ruolo e recitare su un doppio registro è davvero intrigante, una bella sfida”.

Francesca Neri: “Io sono Alice e sono l’imperfezione, l’intrusa, quella fuori dal coro. Insomma non faccio parte della compagnia teatrale. Io irrompo in questa famiglia, in questa notte di Natale, e sono all’oscuro di tutto”.

Carolina Crescentini, sempre splendida con frangetta e capelli lunghi per la parte, ci dice: “Mi chiamo Sole e sono un’attrice della compagnia e nella finzione sono la moglie di Marco Giallini questo, come potete immaginare creerà un po’ di scompiglio con la sua vera moglie che è Claudia. Anche se stiamo recitando tutto il film è giocato su come finzione e realtà siano molto difficili da tenerle separate”.

Eugenia Costantini, figlia di Laura Morante, e il giovane Eugenio Franceschini sono due attori del gruppo agli opposti. Lei aspira a diventare un’attrice shakesperiana, a fare il teatro quello serio mentre lui prende questa possibilità per arrivare ad ottenere una certa celebrità per magari riuscire a partecipare a qualche reality televisivo e diventare un divo da gossip. Saranno i figli di Leone. Mentre la bravissima Ilaria Occhini, che da qualche anno, ogni tanto lascia il suo amato teatro per il cinema, sarà la nonna di questa famiglia allargata.

Prima di salutarci Genovese ci tiene a ribadire: “E’ un film con un forte impianto teatrale, dove vedrete scorrere due binari di storie: uno potremmo definirlo il dietro le quinte, ovvero la vita vera di questi attori che si prestano a questa recita mentre il secondo è la ‘famiglia perfetta’ che devono interpretare. Il tema del film è: l’ineluttabilità delle scelte nella vita”.

Attori e registi se ne vanno, si devono riposare, la maggior parte del film è girato di notte… ci salutano e li rivedremo sullo schermo il 3 gennaio del 2013 dopo avere passato questo bizzarro Natale ‘vero come la finzione’.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA