questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

A Courmayeur il Festival del Noir - 4/10 Dicembre 2008

Attualità

29/09/2008

Se qualcuno di notte ci segue, abbiamo paura; se un'ombra si staglia nel buio, proviamo spavento. Ma se queste emozioni provengono dallo schermo del cinema o sono suscitate dalle pagine di un libro, allora il brivido che proviamo è di piacere e la paura diventa divertimento. E' questo il mondo affascinante e misterioso che ogni anno si proietta sul magico "schermo bianco" delle montagne di Courmayeur all'apparire della prima neve. Comincia dicembre, si aprono le piste da sci e comincia pure il COURMAYEUR NOIR IN FESTIVAL, quest'anno in programma dal 4 al 10 dicembre.


Tra le novità più attese di quest'anno: la grande scrittura noir al femminile con il Premio Chandler che va ad una donna e a una grande autrice europea come Alicia Giménez Bartlett i cui romanzi, tra Madrid e Barcellona, hanno reso indimenticabile il personaggio dell'ispettrice Pedra Delicado; un concorso cinematografico fitto di anteprime assolute; un omaggio speciale al Commissario Montalbano a 15 anni dalla sua nascita letteraria e in occasione della sua ultima apparizione televisiva; l'elezione del "campione" del Noir italiano con il Premio Giorgio Scerbanenco, una storia semiseria della Spy Story all'Italiana.


Ma noir è ormai da 18 anni (tante le edizioni del festival) sinonimo di Giallo, Mistero, Intrigo, Brivido, e anche Divertimento, Glamour, Spettacolo. E la prossima edizione, in programma dal 4 al 10 dicembre, diretta da Giorgio Gosetti, Marina Fabbri ed Emanuela Cascia, non farà eccezione. Anzi - dicono gli organizzatori - "rilancia nel segno di uno dei grandi miti del nostro tempo: la Passione del Complotto". Tutti, una volta o l'altra, hanno pronunciato la fatidica frase: "qui c'è dietro qualcosa". Siamo un popolo di dietrologi, vediamo una realtà parallela in azione dal campionato di calcio fino alle trame criminose della storia d'Italia. E come noi gli americani che si appassionano per gli X-Files sugli Ufo o per i mandanti dell'omicidio Kennedy o i nipotini di Borges che credono che la realtà sia tutta una sfilza di specchi deformanti. Insomma la "Passione del Complotto" o le verità dei complotti che guidano le scelte del nostro tempo sono il "territorio della paura" che la prossima edizione del Festival comincerà a rivelare, con sorprese sconvolgenti, novità assolute, personaggi indimenticabili, film e libri dedicati all'argomento.


Per Courmayeur e la Valle d'Aosta, il Festival del Noir è ormai un marchio di qualità, un'attrazione imprescindibile che caratterizza l'avvio della stagione invernale, tanto che la prestigiosa rivista VARIETY (la Bibbia mondiale dello spettacolo) lo ha definito "uno dei 50 festival imperdibili di tutto il mondo". Un evento reso possibile dalla Regione Valle d'Aosta - Assessorato al Turismo e dal Comune di Courmayeur, dall'Aiat Monte Bianco e dalla Direzione Generale Cinema, dagli sponsor privati con la MINI in prima fila e dal pubblico che negli anni ha fatto di questo festival un'occasione davvero unica.


www.noirfest.com


Scritto da ADMIN
Tag: courmayeur
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA