questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

A Berlino applausi per The Kids Are All Right

Attualità

18/02/2010

Dopo Mine vaganti di Ferzan Ozpetek passato nella sezione Panorama è passato in concorso The Kids Are All Right, altro film che parla di famiglia e di omosessualità con leggerezza e divertimento. Diretto dalla regista americana Lisa Cholodenko e interpretato da una coppia doc. come Julianne Moore e Annette Bening, la pellicola parla di una perfetta famiglia lesbica, due figli, un maschio adolescente e una diciottenne, due madri  - le suddette attrici - nelle parti di Jules e Nic. A rompere l’equilibrio è la curiosità dei figli, che si rivolgono alla banca dello sperma per conoscere il donatore all’origine dalla loro nascita. Lo scoprono, lo incontrano, si chiama Paul - impersonato da Mark Ruffalo - proprietario di una fattoria biologica, un tipo simpatico che a 19 anni, per 40 dollari, trovava più divertente donare lo sperma invece che il sangue. Dopo una prima furiosa reazione, Jules e Nic sono costrette ad invitarlo, la famiglia sarebbe allegramente allargata se Jules non scoprisse con Paul il sesso maschile. Ne approfitta con prorompente entusiasmo, finché Nic se ne accorge e corre ai ripari: per salvare la famiglia bisogna che Paul esca dalla loro vita. Oggi su Repubblica le due interpreti hanno rilasciato dichiarazioni su questa lavorazione. Afferma Julianne Moore: “Nel film siamo una coppia che si ama dai tempi del college, è un lungo matrimonio. Non è stato difficile. Annette ed io siamo sposate da anni, abbiamo dei figli, ci siamo ispirate alla nostra esperienza, comportandoci da coniugi qualunque”. Mentre la regista ci tiene a sottolineare: “Eppure non è stato facile realizzare questo progetto. Tutti trovavano divertente la sceneggiatura però l’idea di un film con due madri lesbiche che vivono felici e contente li spaventava. Abbiamo dovuto cercare soldi indipendenti. Ora stiamo vendendo il film in tutto il mondo”. Conclude Julianne Moore: “Questo film è arrivato al momento giusto. Oggi negli Usa c’è un grande dibattito sui diritti degli omosessuali e sui matrimoni gay. Sarei felice se il film sarà un piccolo contributo per dimostrare con leggerezza che la famiglia può funzionare a prescindere dalla sessualità dei genitori”. The Kids Are Alright è anche il titolo di una mitica canzone del 1966 degli Who, scritta da Pete Townshend. Appare come settima traccia dell'album d'esordio My Generation. Questa canzone, e la title-track dell'album, divennero inni per la generazione Mod degli anni '60 in Inghilterra. E la regista ha voluto intitolare il film in questo modo per rendere omaggio all’indimenticabile band inglese… In Italia il film uscirà per Lucky Red.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA