questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

44º FESTIVAL DI SITGES - I premi

Attualità

17/10/2011

Dodici i premi assegnati dalla giuria internazionale del 44 Festival Internacional de Cinema de Catalunya. Nel sontuoso auditorio dell'Hotel Melià (1.500 poltrone), cinque giurati: i registi, Ryo Seung-Wan (Corea); Juan Antonio Bayona (Spagna); Richard Stanley (Sud Africa); l'attrice Lisa Marie (Usa) e il critico Quim Casas (Spagna) hanno assegnato il premio per il miglior cortometraggio ex-aequo a “Dirty Silverware” (Argenteria sporca) di Steve Daniels (Usa) e a “The Unliving” (Il non vivo) di Hugo Lilja (Svezia). Lo svedese ha ottenuto anche il Méliès d'Argent di Sitges 2011.
Miglior lungometraggio “Red State” di Kevin Smith (Usa), cronaca di una dura lezione impartita a giovani in calore: il protagonista, Michael Parks, ha ricevuto il premio quale miglior attore.  Il premio speciale della giuria è stato assegnato al britannico “Attack the Block”(Attacco al caseggiato) di Joe Cornish che ha vinto anche il premio per la migliore colonna sonora. E altre due giurie, quella del pubblico e quella della critica, gli hanno assegnato il loro premio.
Il premio di regia è andato al coreano Na Hong-jin per il film “The Yellow Sea” (Il mar Giallo), già in concorso a Cannes. Migliore attrice, l'americana Brit Marling, protagonista di “Another Hearth” (Un'altra Terra) di Mike Cahill. Lucky Mckee e Jack Ketchum hanno vinto il premio per la sceneggiatura di “The Woman” (La donna) di Lucky Mckee (Usa). Migliore fotografia quella del tedesco “Hell” (Inferno), firmata dal regista Tim Fehlbaum e da Markus Förderer.
Eva” dello spagnolo Kike Maillo ha vinto il premio per i migliori effetti speciali a Lluìs Castells e Javier Garcìa. Miglior maquillage quello di Steven Kostanski per “The Divide” (Lo spartiacque) del francese Xavier Gens. Altro francese, Marc Thiébault, ha vinto il premio per il miglior disegno di produzione per il film “Livide” (Livido) di Alexandre Bustillo e Julian Maury.
Una marea di premi, inoltre, sono stati assegnati da altre dieci giurie  su dieci differenti sezioni, dal già citato Méliès d'Or a “Balada Triste de Trompeta” di Alex de la Iglesia a “Tatsumi” di Eric Khoo, prodotto da Singapore e Indonesia, film d'animazione, primo premio della sezione ANIMA'T.  “Bu-dang-geo-rae” (L'ingiusto) del sud coreano Ryoo Seung-wan è stata considerato il miglior film della sezione “Casa Asia”. Un altro film coreano, “Paranmanjang” (Pesca notturna) di Park Chan-wook e Park Chan-kyong ha vinto il primo premio della sezione “Noves Visios”.

Scritto da Renzo Fegatelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA