questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

3/13 agosto al via la 64° edizione del Festival di Locarno

Attualità

02/08/2011

Si inizia il 3 agosto, in Piazza Grande con la proiezione del bellissimo Super 8 di J.J. Abrams e si continua con dibattiti, incontri e numerosi ospiti internazionali che parteciperanno all'edizione 2011: Kabir Bedi, Guy Bedos, Daniel Brühl, Claudia Cardinale, Ingrid Caven, Daniel Craig, Gérard Depardieu, Abel Ferrara, Harrison Ford, Bruno Ganz, Adoor Gopalakrishnan, Claude Goretta, Isabelle Huppert, Hitoshi Matsumoto, Mike Medavoy, Kati Outinen, Pierre Richard, Anri Sala, Maribel Verdú, Olivia Wilde ed altri ancora. Un programma vasto e articolato aspetta chi parteciperà alla 64° edizione del Festival di Locarno!

In occasione della Retrospettiva dedicata a Vincente Minnelli, il Festival avrà l'onore di ospitare l'attrice francese Leslie Caron, interprete di Un americano a Parigi (1951) e Gigì (1958). Premio alla Carriera ad Abel Ferrara, Premio Speciale alla grande attrice Isabelle Huppert, oltre ai film proiettati in Piazza Grande, al Concorso internazionale, Fuori concorso, Concorso, Cineasti del presente, Pardi di domani, Premi speciali, Programmi speciali, Open Doors ecc...

La parola al Direttore Artistico del Festival di Locarno: Olivier Père.

“Il Festival del film Locarno si impone ancora una volta come un appuntamento immancabile per autori, osservatori e protagonisti del cinema mondiale. Un festival vicino a cineasti e ad artisti, cinefilo e popolare, che ha deciso di impegnarsi attivamente per salvaguardare e presentare un cinema indipendente, vivo, esaltante per gli occhi e per la mente. Il Festival, fedele alle sue origini e proteso verso il futuro, prosegue la sua avventura, sempre sensibile alle mutazioni del cinema e attento a individuare nuovi talenti. Continua la volontà di mantenere basso il numero di film selezionati per garantire loro una visibilità ottimale, pur offrendo diverse proposte, attraenti e affascinanti, che danno spazio alle cinematografie del mondo, alla creazione cinematografica in tutte le sue sfaccettature e alla grande storia del cinema. Tra le personalità che animeranno la 64a edizione, Claudia Cardinale, Ingrid Caven, Kabir Bedi, Guy Bedos, Abel Ferrara, Mike Medavoy, Bruno Ganz, Adoor Gopalakrishnan, Claude Goretta, Hitoshi Matsumoto, Kati Outinen, Pierre Richard, Maribel Verdú, Anri Sala, Daniel Brühl e Nicolas Winding Refn.

Quest’anno il Concorso internazionale proporrà 20 lungometraggi, di cui 14 in prima mondiale. Il concorso, generoso ed esigente allo stesso tempo, raccoglie diversi grandi nomi del cinema contemporaneo, autori di opere già presentate in altri festival, habitué di Locarno o debuttanti, ma anche giovani autori provenienti da tutto il mondo che entrano di diritto fin da ora in un concorso internazionale grazie al loro talento e alla loro bravura.

Il Concorso Cineasti del presente, più compatto rispetto all’anno scorso, presenterà 14 opere prime o seconde, di cui 9 in prima mondiale. La sezione conferma un’apertura sui paesi emergenti nel panorama cinematografico mondiale e un’attenzione particolare per i cineasti più originali della scena indipendente internazionale. Troveremo film provenienti da Portogallo, Cina, Argentina, Italia, Francia, Svizzera, Filippine, Stati Uniti, Kazakistan e persino un film coreano girato in Uzbekistan!

La sezione Pardi di domani, dedicata ai cortometraggi - che ha festeggiato l’anno scorso i suoi primi vent’anni - si arricchisce di una nuova sezione fuori concorso, «corti d’artista», che propone cortometraggi al confine tra cinema e arti plastiche firmati da artisti-registi o da registi-artisti. La sezione «corti d’autore» proporrà invece film di attori e registi che hanno già fatto lungometraggi.

Parallelamente ai concorsi, una quindicina di film Fuori concorso. Una rassegna di opere provenienti da tutto il mondo: documentari, saggi cinematografici, mediometraggi o film di finzione in prima mondiale, internazionale o europea.

Il Festival del film di Locarno renderà omaggio al coraggioso Jafar Panahi, condannato a sei anni di reclusione e interdetto per vent’anni dall’esercitare la sua attività di regista per aver criticato il regime iraniano, proiettando il suo secondo lungometraggio, Lo specchio, Pardo d’oro al Festival del film Locarno nel 1997.

Questa edizione del Festival dedicherà poi la grande retrospettiva a Vincente Minnelli, maestro della commedia musicale e del melodramma hollywoodiano. Tutti i suoi film saranno proiettati nelle migliori copie disponibili in 35mm. Come per la rassegna integrale dedicata a Ernst Lubitsch nel 2010, le proiezioni saranno accompagnate da presentazioni di critici cinematografici e cineasti. È inoltre prevista una tavola rotonda sul regista americano. In occasione della retrospettiva, organizzata in collaborazione con la Cinémathèque suisse, sarà pubblicato un volume firmato da Emmanuel Burdeau, già caporedattore dei «Cahiers du cinéma», edito da Capricci in collaborazione con il Festival del film Locarno. Leslie Caron ricorderà il suo sodalizio con il maestro della commedia musicale nella sua autobiografia Une Française à Hollywood e in Piazza Grande sarà proiettato il film Un Americano a Parigi.

La Piazza Grande offrirà una programmazione eclettica e ricca di eventi, con film in prima mondiale, internazionale o europea, ma anche titoli importanti in anteprima svizzera. Avremo l’onore di accogliere nella splendida cornice della Piazza Harrison Ford, Daniel Craig, Olivia Wilde e Jon Favreau per la prima europea di Cowboys & Aliens. Blockbuster estivi, film d’autore e popolari provenienti da tutto il mondo (commedie, drammi, thriller e film d’avventura) nonché numerosi artisti celebrati in Piazza Grande coroneranno l’evento illuminando le serate del Festival del film Locarno, nel segno del grande spettacolo, del grande cinema, dell’emozione, della passione e della riflessione”.

PER TUTTO IL PROGRAMMA
VAI AL SITO DEL FESTIVAL

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA