questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

29° Premio ‘Sergio Amidei’ per la Migliore Sceneggiatura

Attualità

03/06/2010

Si è tenuta a Roma la riunione della giuria del Premio Amidei per selezionare le pellicole che si contenderanno il prestigioso Premio alla Migliore Sceneggiatura Internazionale "Sergio Amidei" 2010. Composta dagli sceneggiatori Suso Cecchi D’Amico e Francesco Bruni, dai registi Franco Giraldi, Giuseppe Piccioni, Ettore Scola, dall’attrice Giovanna Ralli e dalla produttrice Silvia D’Amico, la giuria di quest’anno vede un nuovo giurato d’eccezione entrare nell’orami consolidato gruppo di lavoro: Marco Risi, vincitore l’anno scorso assieme ad Andrea Purgatori e Jim Carrington dell’omonimo premio con il film Fortapàsc.

La giuria ha selezionato le dieci pellicole più interessanti della stagione cinematografica 2009-2010, pellicole nelle quali si rintracciano sceneggiature attente a nuove forme narrative unitamente a temi di attualità sociale. Il lavoro dei giurati si è concentrato sia nella selezione dei titoli che si contenderanno il Premio alla migliore sceneggiatura cinematografica che di quella del film che si aggiudicherà il Premio all'Opera Prima 2010. I due film che lotteranno per ottenere il premio all'Opera Prima, ritirato negli anni precedenti da autori divenuti protagonisti del nostro cinema come Garrone, Sorrentino, Diritti, sono Cosmonauta scritto da Susanna Nicchiarelli e Teresa Ciabatti e diretto da Susanna Nicchiarelli, che si è aggiudicato il Premio "Controcampo Italiano" e il Premio "Lanterna Magica" alla 66° Mostra d'arte cinematografica di Venezia e Dieci Inverni,  scritto da Isabella Aguilar, Davide Lantieri e Valerio Mieli e diretto Valerio Mieli. La protagonista del film è Isabella Ragonese che, ricordiamo, inaugurò il Festival del 2008 con il film in concorso Tutta la vita davanti di Paolo Virzì. Sulla rosa dei film in concorso il dibattito è stato molto acceso, data l'importanza che di anno in anno acquisisce questo riconoscimento, diventato un punto di riferimento per gli sceneggiatori del cinema italiano e non solo.

Questi alcuni dei titoli che si contenderanno il Premio alla Migliore Sceneggiatura Internazionale: Perdona e dimentica, l'ultima fatica di Tod Solondz, ideale seguito di Happiness, e supervisionato, nella versione italiana da Moni Ovadia; La nostra vita, scritto dalla premiata coppia Rulli e Petraglia con Daniele Luchetti e vincitore del premio per la miglior interpretazione maschile all'ultimo Festival di Cannes con un sorprendente Elio Germano; Soul Kitchen, scritto e diretto da Fatih Akin, e vincitore del Premio Speciale della giuria alla 66° Mostra del Cinema di Venezia, L'uomo che verrà, scritto e diretto dal vincitore dell'Opera Prima nel 2008 Giorgio Diritti con il film Il Vento fa il suo giro e già vincitore del Festival del cinema di Roma e di una serie di David di Donatello fra cui quello al Miglior film; Mine vaganti di Ferzan Özpetek, acclamato da pubblico e critica al Festival di Berlino e vincitore dei David di Donatello per i miglior attore e attrice non protagonisti.

Per maggiori informazioni: www.amidei.com - accrediti@amidei.com

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA