questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

161 milioni di dollari negli Usa e 250 nel mondo per Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno!

Attualità, Box Office, Eventi

24/07/2012

Ieri alcune fonti non ufficiali ma assolutamente attendibili come Screendaily annunciavano che l’incasso del primo fine settimana di Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno, The Dark Knight Rises, si sarebbero aggirate intorno ai 160 milioni di dollari. E, infatti, non ci sono andati lontani, l’ultimo capitolo della trilogia di Christopher Nolan (nella foto) ha raccolto 160.9 milioni di dollari risultando il più grande esordio di tutti i tempi in 2D. E, così, il film con cui Christian Bale dice addio a Batman si conferma un enorme successo al box-office diventando il terzo miglior esordio di tutti i tempi.

L’uscita di Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno ha superato il suo predecessore Il Cavaliere Oscuro che aveva esordito nel 2008 con 158 milioni di dollari, sempre negli Stati Uniti, e per quanto riguarda The Dark Knight Rises lo hanno preceduto solo The Avengers con 207,4 e Harry Potter e i doni della morte: Parte 2, sempre della Warner Bros. come Batman, che aveva incassato invece 169 milioni di dollari. Ricordiamo però che questi due ultimi film sono stati realizzati in 3D e quindi il costo del prezzo del biglietto era maggiore.

The Dark Knight Rises ha raccolto 19.1 milioni di dollari solo sugli schermi IMAX, per i quali i biglietti sono più dispendiosi, e la media per sala (sono oltre 4.400 le copie) è stata di 36.532 dollari.

All'estero il film ha incassato 88 milioni in soli 17 paesi, sfiorando i 250 milioni di dollari a livello globale in un solo weekend.

Dopo aver cancellato la première a Parigi per rispetto delle vittime della strage di Denver, la Warner Bros. ha annunciato che parte "sostanziale" del ricavato degli incassi verrà donato ai loro familiari. Il governatore del Colorado, John Hickenlooper, ha dato un contributo costituendo la fondazione givingfirst.org, che fa parte del programma Colorado's Community First Foundation. La fondazione raccoglierà le donazioni di diverse organizzazioni benefiche che vorranno supportare le vittime della strage del 20 luglio. Il CEO della Warner, Barry Meyer, ha già fatto sapere che la major contribuirà anche con donazioni personali del proprio staff.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA