questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

10 Febbraio al via la 61° edizione del Festival di Berlino!

Attualità, Eventi

09/02/2011

Berlino. 10 – 20 febbraio queste le date durante le quali si terrà la 61° edizione della Berlinale. Tanti film, temi, argomenti, movimenti, manifestazioni animeranno, come da consuetudine, la prestigiosa manifestazione diretta da Dieter Kosslick. L’Italia non partecipa nelle sezioni principali ma fa capolino a Panorama con Qualunquemente di Antonio Albanese e Gianni e le donne di Gianni Di Gregorio.

Nella Berlinale che prende il via il 10 febbraio ampio spazio per gli esordienti, i maestri del cinema di casa, gli americani in corsa per l’Oscar, i grandi autori e qualche star indispensabile per illuminare il tappeto rosso, molto probabilmente, coperto di neve. Il tutto sotto gli occhi scrupolosi ed attenti della Giuria, presieduta da Isabella Rosellini.

Tra i titoli più appetibili Coriolanus diretto da Ralph Fiennes, Il Grinta dei fratelli Coen  - che aprirà il Festival e che arriverà sui nostri schermi il 18 febbraio distribuito da Universal Pictures -, gli ex-portabandiera del nuovo cinema tedesco Werner Herzog e Wim Wenders, il primo propone il documentario in 3D Cave of forgotten dreams mentre il secondo celebra con una pellicola la vita e l’opera della grande danzatrice (recentemente scomparsa) Pina Bausch; Kevin Spacey, Demi Moore e Jeremy Irons per Margin Call; The Forgiviness of blood di Joshua Marston, Jodaeiye Nader az Simin del regista irianiano di About Elly, Asghar Farhadi, If Not Us Who di Andres Veiel.

Ritorna anche il maestro ungherese Bela Tarr con The Turin Horse, il film con Liam Neeson Unknown – Senza identità che uscirà in Italia il 25 febbraio distribuito dalla Warner Bros., e dalla francia arriva Michel Ocelot, l’autore di cartoni animati originali come Azur e Asmar e Kiriku, con il suo ultimo nato: Tales of the night. In programma anche un omaggio al grande Maestro Mario Monicelli, l’anteprima mondiale di Late Bloomers di Julie Gavras con Isabella Rosellini e William Hurt – ovviamente fuori concorso visto la presenza della giurata -, l’ultima opera di Chen Kaige Sacrifice, il documentario su Harry Belafonte, Sing Your Song.

Al giurato Jafar Panahi, a cui è stato chiaramente negato il permesso di lasciare l’Iran per andare alla manifestazione, dopo la condanna a sei anni di prigione e venti di divieto a svolgere la professione di regista, sarà dedicata, l’11 febbraio, nel giorno dell’Anniversario della Rivoluzione Iraniana, la proiezione di Offside, Orso d’Argento al Filmfest nel 2006. Per tutta la durata della kermesse il posto, dove avrebbe dovuto sedersi in veste di membro della Giuria, sarà tenuto libero in segno di protesta contro la libertà violata.

Vivacissimo come sempre sarà il Mercato, luogo ricco di nuove proposte. E proprio lì dovrebbe arrivare Madonna con il suo ultimo lavoro W.E. dedicato alla storia d’amore di Edoardo VIII e Wallis Simpson. La conferma della superstar però non c’è ancora stata da parte della direzione del Festival. In molti però confidano che Madonna andrà a Berlino, in fondo è il Festival che l’ha tenuta a battesimo con il suo bel film di esordio come regista: Sacro e Profano. Era il 2008, solo tre anni fa e si sa che la Signora Ciccone non dimentica chi dimostra di sapere apprezzare il suo lavoro. Madonna ha anche fatto capire che W.E. prende spunto dalla celebre vicenda ma che non si limita alla storia d’amore fra i due noti personaggi. Del resto lei non è una da realizzare una piatta cinebiografia.

PER SAPERNE DI PIU’, VISITATE IL SITO DEL FESTIVAL DI BERLINO 2011:
www.berlinale.de

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA